Archivio | No-Pedofilia

Chi parla di omofobia è in malafede:in Italia non si può fare ironia

“Siamo in un Paese isterico, dove non si può fare un minimo di ironia che subito scattano riflessi pavloviani”. A dirlo Raffaele Zanon, uno dei due candidati di Fratelli d’Italia che ha realizzato un video ironico sulla falsa riga della performance della coppia gay che ha lanciato il suo messaggio per l’introduzione dei matrimoni tra omosessuali in Italia dal palco di Sanremo.
“Leggo in molti commenti che si parla di omofobia – aggiunge Zanon – mai nulla di più sbagliato e lontano dalla mia storia personale e politica. Semplicemente con questo video abbiamo affermato un punto fermo: la priorità che deve essere saldamente indirizzata alla tutela delle famiglie naturali, quelle con i figli, che fanno mille sacrifici, e che i soldi per andare a sposarsi a New York come annunciato dai due uomini sul palco di Sanremo, non ce li hanno proprio”. Stupito di tanto clamore dettato dalla parola culo usata in uno dei cartelli, Alberto Romano Pedrina, candidato alla Camera nel collegio Veneto
“Evidentemente l’Italia è un paese che si è intristito – spiega Pedrina– siamo tornati indietro rispetto il rinascimento, basti pensare all’Aretino o a Boccaccio. Siamo al Braghettone, che vestiva i nudi michelangioleschi. Chi vede qualcosa di negativo nel video che abbiamo realizzato o è in malafede o manca completamente di ironia”.“Fratelli d’Italia propone un codice che raccolga le norme per l’assenza di ogni discriminazione contro le coppie gay, su questo non c’è mai stato spazio per gli equivoci – ricorda Raffaele Zanon -Siamo pronti a batterci per questo, ma non accettiamo nessuna deroga e subalternità per quanto
riguarda i diritti fondamentali della famiglia naturale”.
“Trovo bizzarro che chi chiede rispetto ci vomiti addosso insulti di tutti i generi.La democrazia dell’insulto penalizza noi che mettiamo come priorità la famiglia composta da un uomo e una donna” A dirlo Raffaele Zanon dopo che sui social media sta montando la rabbia per una omofobia che, secondo il candidato al Senato di Fratelli d’Italia in Veneto “è una mistificazione del video originale. Purtroppo fa gioco dare a noi degli omofobi a prescindere dal contenuto del video. Che se ha urtato nervi scoperti ce ne dispiace, ma nella sua essenza è puramente e genuinamente ironico. Ironia che manca del tutto a chi invece ci insulta dimostrando che spesso c’è una sorta di impunità dell’insulto e della volgarità se provengono da certi ambienti. . Credo che questo dia la misura di che deriva sta prendendo la libertà di parola, opinione ed espressione nel nostro Paese”.
A poco valgono le migliaia di attestazioni di stima e solidarietà arrivate ai due candidati personalmente e sui social network. secondo Alberto Romano Pedrina, l’altro protagonista del video, “siamo alla mistificazione sistematica – spiega Alberto Romano Pedrina – basta guardare il video per rendersi conto che sta arrivando nei nostri confronti del fango che noi non abbiamo gettato contro nessuno. Abbiamo affermato che la famiglia composta da un uomo e una donna è la nostra priorità. Se questo è una colpa, che giustifica gli insulti, vuol dire che il nostro è un Paese che non si riconosce nell’articolo 29 della Costituzione che stabilisce che “la Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio”.

Posted in Iniziative, No-Pedofilia, Regione, Speciali0 Commenti

Legge anti-pedofilia approvata in commissione

Legge anti-pedofilia approvata in commissione

Approvato all’unanimità in V commissione il progetto “Interventi contro la pedofilia” che ho presentato in Consiglio Regionale insieme ad altri colleghi di maggioranza e minoranza. Purtroppo parliamo di una piaga sociale in costante aumento e capace di insidiarsi nelle nostre famiglie con forme sempre più tecnologiche e moderne. L’approdo di questa Leggi tutto

Posted in No-Pedofilia, Regione, Speciali0 Commenti

PDL Antipedofilia: aggiornamento della legge per favorire strumenti per la prevenzione

PDL Antipedofilia: aggiornamento della legge per favorire strumenti per la prevenzione

“La legge Regionale 41 del 1997 necessita di aggiornamenti e approfondimenti dettati dall’aumento di casi di Leggi tutto

Posted in No-Pedofilia1 Commento


Vuoi ricevere gli aggiornamenti?