Archivio | primarie centrodestra

Appello di Freatelli d’Italia-AN:non riconsegnamo Padova alla peggior sinistra

385748_4721643406999_413206271_nNon voglio nemmeno immaginare che per egoismo di partito, per la velleità di piantare una bandierina , per uno zero virgola in più a favore di un simbolo o per puro personalismo, si consegni Padova alla quella sinistra che ha imbalsamato per anni la città.

Per mesi FRATELLI D’ITALIA- ALLEANZA NAZIONALE ha proposto le elezioni primarie fra i candidati per uscire dall’impasse e, per dimostrare la fondatezza della nostra richiesta, siamo l’unico partito ad aver realizzato le primarie per conoscere il “sentiment” dei Padovani nei confronti problemi della città e dei vari candidati. Ora, prima che non si possa più fare nulla, faccio appello a tutte le forze del Centrodestra padovano: decidiamo a Padova il candidato .

Apriamo un tavolo di confronto immediato che permetta a tutti di fare un passo indietro per  individuare congiuntamente la squadra e sostenere il candidato che risulterà più competitivo senza se e senza ma.

Io credo che se davvero vogliamo il bene di Padova e tutti, senza riserva mentale, non vogliamo consegnare la nostra città alla sinistra del l’ordinario e del declino – solo così, al punto cui siamo arrivati, possiamo garantire l’unità di una coalizione alternativa che agisca nell’interesse dei Padovani.

Mi auguro che gli amici della LEGA,di FI,delle LISTE CIVICHE, ma anche dell’UDC e Saia del NCD accettino questa proposta basata solo sul buon senso perché è questo che i Padovani ci chiedono .A favore dell’unità del centrodestra avevamo anche fatto il sacrificio più grande rinunciando ad una candidatura di bandiera purché si trovasse un metodo condiviso e oggettivo per trovare il candidato migliore da contrapporre a Rossi. Non possiamo essere i soli a salvare il centrodestra dal baratro in cui sta sprofondando a causa di posizioni assolutamente immotivate personalistiche ed inconsistenti. Per questo motivo in assenza di volontà e risposte saremo costretti a scendere in campo con nostro candidato assieme alle civiche che condividono il nostro percorso.

Raffaele Zanon  Portavoce di Fratelli d’Italia –Alleanza Nazionale

Posted in Padova, primarie centrodestra, Speciali0 Commenti

Il 22 e 23 febbraio a Padova le primarie del centrodestra tra la gente senza autobus e senza tram

piazza frutta fdiNon staremo a guardare i giochi personalistici che tentano di accreditare  un candidato alternativo ad Ivo Rossi con accordi tra pochi intimi –ha sostenuto Raffaele Zanon nel Coordinamento Cittadino di Fratelli d’Italia-AN -riteniamo che invece vadano ascoltati direttamente gli elettori con il metodo delle primarie che abbiamo indetto il 22 e il 23 febbraio c.a. Vogliamo stare ad ascoltare i cittadini padovani  senza autobus e senza  tram per condividere un progetto che affronti assieme al tema della sicurezza i molti altri problemi della città e delle periferie. Gia da sabato 15 e domenica 16  febbraio FDI-AN sarà nelle piazze e nei quartieri con i suoi gazebo per proporre ai cittadini 2 petizioni popolari sul tema siocurezza “Siamo contrarissimi all’abolizione del reato di clandestinità e l’introduzione di ogni forma di indulto anche mascherata- sostiene l’Assessore Enrico Pavanetto-ed è per questo che FDI ha avviato sul territorio una raccolta firme, sia contro l’abolizione di tale reato, sia contro l’amnistia/indulto contenuta nello “svuota carceri”.Sono convinto -aggiunge l’esponente di Fratelli d’Italia- che per dare voce al popolo del centrodestra a Padova lo si debba innanzitutto ascoltare attraverso un iniziativa partecipata come le primarie tematiche per definire un programma attorno a un candidato che unisca e non divida.” Una iniziativa che consenta ai cittadini di partecipare direttamente alle scelte politiche senza nomi calati dall’alto magari frutto di logiche romane” “A differenza di altri -ha sostenutoPaolo De Franceschi di Officina per l’Italia-Padova –siamo  contrari alle autocandidature o a nomi scelti in qualche segreteria di partito. E’l’ora di finirla con la politica della salvaguardia degli orticelli personali  o delle autocandidature-ha sostenuto De Franceschi- noi avviamo il 22/23 febbraio una consultazione vera tra la gente condividendo il percorso di diverse realtà civiche che già stanno collaborando per la scrittura di un manifesto politico e programmatico con il quale ci presenteremo all’elettorato di centrodestra  con un preciso programma e candidati nuovi.

 

Posted in Iniziative, Padova, primarie centrodestra, Speciali, Stampa0 Commenti

Primarie:Zanon il più votato a Padova,priorità sicurezza e sociale

539183_558925890850789_1238456330_nUno dei risultati più evidenti delle primarie è sicuramente la voglia di partecipazione dei tanti padovani che hanno condiviso lo spirito dell’iniziativa  organizzata da Fratelli d’Italia .Oltre 1300 concittadini hanno scelto direttamente “sindaco, idee, priorità”. Due i quesiti a cui rispondere. Il primo riguardante le candidature in vista delle elezioni per Palazzo Moroni. Il secondo per indicare temi prioritari e caratterizzanti nel programma del futuro Sindaco di Padova .In tre settimane circa  40 volontari si sono alternati ai gazebo ed ai banchetti organizzati nel centro cittadino e nei quartieri più popolosi della città per dare sostanza ad un iniziativa all’insegna del coinvolgimento. Una parte di votanti ,circa il 25% ,hanno utilizzato il sito dedicato per poter esprimere il loro parere dando un utile indicazione su come proseguire le attività di coinvolgimento della cittadinanza in vista delle elezioni per il rinnovo amministrativo nel Comune di Padova.  Mentre i maggiori partiti politici continuano a discutere al proprio interno secondo vecchie e superate logiche  Fratelli d’Italia ha scelto la strada della parecipazione diretta per ascoltare il cittadino e richiedere al potenziale  elettore quali sono le priorità tematiche per costruire un programma elettorale che sia realmente interprete delle ansie di cambiamento del popolo del centrodestra. Oltre 1300 cittadini ,non solo hanno apprezzato la iniziativa, ma hanno anche premiato  Fratelli d’ Italia dando la preferenza nella scheda per il candidato a sindaco Raffaele Zanon  che ,con un  57% dei voti, ha staccato gli altri candidati inseriti nella scheda. E’ comunque interessante leggere i risultati perchè ai gazebo non si sono presentati esclusivamente aderenti o simpatizzanti di Fratelli d’Italia ma la partecipazione ha visto protagonisti anche iscritti al Pdl, votanti della Lega e di altri movimenti che si dicono alternativi alla sinistra. La partecipazione vasta e diffusa ha colto lo spirito della iniziativa e deve far sicuramente riflettere il buon risultato di Massimo Bitonci della Lega o quello di Elisabetta Casellati esponente del  Pdl mentre gli altri candidati di cui spesso si parla come Bordin , Saia e Degani non hanno raccolto le medesime attenzioni .La scheda di votazione prevedeva anche la possibilità di votare anche  un candidato non inserito nella lista dei nomi che erano apparsi recentemente sulla stampa e  quindi i padovani accanto ai nomi che emergono dal dibattito politico hanno premiato personalità impegnate nella difesa del commercio  come Zilio o Associazioni che difendono i diritti calpestati del cittadino come  quella di Adolfo Cappelli

Per quanto riguarda le votazioni sulle primarie tematiche l’argomento della sicurezza è stato quello sicuramente più gettonato visti anche gli ultimi avvenimenti in città :un maggiore utilizzo nella della polizia locale per aumentare i controlli nei quartieri e stato la sollecitazione più votata oltre al tema legato alla insicurezza generata dalla presenza dei campi nomadi in città.Per quanto riguarda la famiglia e il welfare i cittadini hanno posto l’accento sulla priorità da dare ai padovani  all’ accesso dei servizi e alla  casa.  Sul tema del lavoro e delle attività produttive l’attenzione degli interpellati si è soffermata sulla necessaria  rivitalizzazione del centro storico legata alla tutela del piccolo commercio e delle  attività artigianali e tradizionali .Si avverte la critica per lo  svuotamento del centro storico a favore della grande distribuzione .Per quanto riguarda il turismo e l’Università  si è messa in evidenza la mancanza di collaborazione che esiste tra mondo universitario e città soprattutto per la creazione di nuove opportunità lavorative. Un accento è stato posto sulla necessità di valorizzare maggiormente il turismo religioso ma anche le qualità enogastronomiche del nostro territorio .Sulla  lotta agli sprechi si è messa in evidenza necessaria drastica riduzione della burocrazia ma anche l’attenzione al costo dei servizi premiando le scelte amministrative più virtuse. Per quanto riguarda la sanità e l’ambiente attenzione ovviamente alla realizzazione del nuovo ospedale garantendo tempi certi e metodi trasparenti ma non è mancata sottolineatura sull’ambiente  con  la questione legata all’assetto idrogeologico rappresentato dal rischio alluvioni in alcune aree della città.  Federico Biasin

Posted in Iniziative, Padova, primarie centrodestra, Speciali0 Commenti


Vuoi ricevere gli aggiornamenti?