Catalogato | Iniziative, Speciali

Celebriamo l’unità d’Italia con la petizione per la festività del 17marzo

Celebriamo l’unità d’Italia con la petizione per la festività del 17marzo

0-0-0-0-0-0-0-0-17marzoMartedì , 17 marzo. alle 19 presso il bar del Bò con un aperitivo tricolore degli studenti Fratelli d’Italia –An celebrerà la proclamazione dell’unità d’Italia e promuoverà la petizione per l’ istituzione della festività nazionale del 17 marzo.

Il contributo di Padova all’Unità d’Italia si è concretizzato in una pluralità di piani: dalla lotta politica a quella militare, dal ruolo del corpo studentesco padovano nell’impresa dei Mille all’intreccio dei rapporti fra la cultura, la società e la storia del Risorgimento. Vogliamo ricordare l’episodio dell’8 febbraio 1848, il primo moto insurrezionale nell’Italia che ci iscrive a pieno titolo tra i prodromi di quella rivoluzione dei popoli che contraddistinse il 1848 e che fu un punto di svolta fondamentale nella storia padovana, in quanto frutto di un’inedita unità e concordia generale fra gli studenti universitari e i cittadini padovani. Il nazionalismo fu cemento di una nuova, più forte e più coesa identità civica.Nella spedizione garibaldina dei Mille ben 61 furono studenti dell’Università di Padova: Ippolito Nievo, Alberto Mario, Domenico Cariolato e Luigi Cavalli tra questi. Se si allarga la schiera degli studenti che a vario titolo hanno partecipato ai moti risorgimentali i nomi che si possono aggiungere sono quelli di Francesco Molon, Luigi Povoleri,Alberto Cavaletto, Domenico Giuriati, Ferdinando Coletti, Arnaldo Fusinato, Aleardo Aleardi,Giacomo Zanella o Teobaldo Ciconi.

E’quanto dichiara Raffaele Zanon .dirigente nazionale di Fratelli d’Itallia Alleanza Nazionale

Lascia una Risposta

Vuoi ricevere gli aggiornamenti?