Ridateci i nostri leoni: Destra Veneta in piazza il 2 giugno

Destra Veneta sarà in piazza alla manifestazione ‘Ridateci i nostri Leoni’.L’iniziativa consiste in un corteo di solidarietà in favore di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i marò detenuti in India da oltre 3 mesi, con raduno alle ore 14:00 in Piazza Santi Apostoli in Roma e partenza Corteo alle ore 15:00.PER PARTECIPARE PARTENZA PULLMAN DA PADOVA (Stadio Euganeo )ORE 6.00 RIENTRO IN TARDA SERATA.Info/Prenota 3396380888 .
Un’iniziativa nata per sensibilizzare le istituzioni e per favorire misure concrete che favoriscano il rientro in Italia dei nostri militari sottoposti a uno snervante gioco al rimando da parte del governo indiano. Proprio ieri, giorno in cui è stata presentata all’Alta Corte del Kerala una nuova richiesta di libertà dietro cauzione e dopo le polemiche dei giorni scorsi che hanno fatto seguito alla formulazione dei capi di imputazione a carico dei nostri militari, è tornato a farsi sentire il governo indiano, con la consuetudinaria spocchia pilatesca. Secondo il ministro degli Esteri S.M. Krishna il governo centrale indiano “non può interferire” con il processo a carico dei due marò. Ma non basta. Secondo il ministro degli Esteri, “non ci sono pressioni” da parte dell’Italia in questa direzione. Un modo per depotenziare le recenti mosse diplomatiche della Farnesina, che la scorsa settimana ha convocato l’ambasciatore indiano a Roma Debabrata Saha e richiamato in Italia l’ambasciatore italiano Giacomo Sanfelice per consultazioni con il governo dopo il differimento del trasferimento dei due marò dal carcere di Trivandrum, dove sono rinchiusi da circa tre mesi. Una risposta del governo italiano è arrivata oggi per voce del ministro degli Esteri Giulio Terzi che, nel corso della visita all’Onu, ha ribadito la preoccupazione per il caso dei marò in India: “Ci aspettiamo – ha dichiarato – una rapida soluzione di un episodio molto negativo che ha prodotto danni, spero non irreversibili, alla lotta internazionale contro la pirateria”. Nel suo intervento al Palazzo di vetro a New York, Terzi ha affrontato con il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon e con il presidente dell’assemblea generale Nassir Abdulaziz Al-Nasser, la vicenda che vede coinvolti i nostri militari. “Ho notato una marcata preoccupazione anche in questi importantissimi interlocutori”, ha aggiunto Terzi, senza voler fornire ulteriori particolari.

Stampa indiana: entro Venerdì i marò fuori dal carcere Stando a quanto riferiscono fonti di stampa indiane, le autorità del Kerala avrebbero programmato per venerdì il trasferimento dei marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone dal carcere di Trivandrum all’ex penitenziario minorile Borstal School, la struttura individuata di concerto con la delegazione diplomatica italiana come alternativa al carcere dove i due marò si trovano attualmente reclusi. Il condizionale è d’obbligo, in quanto il decreto che dispone il trasferimento non è stato ancora trasmesso alle autorità di polizia. La notizia, tuttavia, è stata confermata al quotidiano The Times of India dal sovrintendente del carcere di Poojapura, B. Pradeep. Secondo l’agenzia di stampa Ians, il trasferimento potrebbe avvenire anche domani, ma la circostanza è resa improbabile per uno sciopero previsto in Kerala. Domani sarà comunque una giornata importante per i nostri marò, che dovranno comparire di fronte al giudice istruttore di Kollam giusta la nuova scadenza dell’ennesimo periodo di carcerazione giudiziaria. Contemporaneamente, si terrà nell’Alta Corte di Kochi una nuova udienza riguardante la richiesta di libertà dietro cauzione respinta nei giorni scorsi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.